CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

  • Il mancato  pagamento  di qualunque scadenza, comporterà il diritto di  PRESSVIT SRL a  modificare le condizioni di pagamento o a risolvere la presente   conferma d’ordine  ed altre  eventualmente  in  corso  con interruzione della fornitura in qualunque momento.
  • I termini di consegna sono indicativi e non costituiscono impegno di consegna a data fissa. Gli eventuali ritardi non possono dare luogo ne’ a pretese di danni ne’ ad annullamento o riduzione di contratto. Controllare  la corrispondenza  degli elementi indicati nella conferma rispetto al vs. ordine.
  • Eventuali  ritardi nell’arrivo  delle materie prime utilizzate dalla PRESSVIT  devono considerarsi  ipotesi  di  forza  maggiore e possono quindi  facoltizzare  la PRESSVIT SRLa  ritardare l’evasione  dell’ordine senza che il compratore possa pretendere alcun indennizzo o danno .
  • Trascorsi otto giorni dall’arrivo della merce al destinatario questa si intende pienamente accettata. Gli eventuali reclami per difetti di merce devono essere inviati per iscritto alla venditrice entro 8 giorni dall’arrivo della merce e comunque prima del decorso dell’anno della consegna della  merce  stessa, fermo  l’obbligo  del  compratore di sospendere  immediatamente  ogni lavorazione o  impiego dei  materiali oggetto  della contestazione. Gli  eventuali   difetti  della   mercericonosciuti dalla venditrice obbligano la stessa alla sola sostituzione del materiale  alle medesime condizioni di contratto con esclusione di  ogni  risarcimento,  rimborso  spese, annullamento o  riduzione di contratto.
  • La  merce  venduta  franco  ns. stabilimento , viaggia  a  rischio e pericolo del compratore che, nel proprio interesse, deve far valere le eventuali sue riserve unicamente nei confronti del vettore.
  • La nostra società avrà la facoltà di recedere in tutto o in parte da contratto  di vendita quando si  verifichino fatti o  circostanze che alterino in modo anomalo lo stato dei mercati, il valore  della moneta le condizione dell’industria siderurgica, oltre che  nei casi di forza maggiore e  negli altri previsti dalla legge, ivi compreso lo stato di allarme, mobilitazione  blocco o guerra anche negli stati fornitori di materie prime, scioperi, occupazione di stabilimento, serrare ecc.
  • Per ogni controversia è competente il foro di Milano.

Condizioni di vendita